Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza dell'utente. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Come rilassarsi con lo yoga e la meditazione

Print
yoga-and-meditation

Allungamento yoga dolce

A volte, dopo una lunga giornata, per distendermi faccio una serie di esercizi yoga dolci. Qualche semplice posizione yoga è ottima anche per iniziare la giornata con la mente sgombra e un atteggiamento positivo.

Meditazione

La mia idea è che “meditazione” significhi semplicemente passare un po' di tempo staccandosi dal caos della vita, cercando di placare la mente e raggiungere uno stato di calma consapevolezza. Da una recente conversazione con un amico mi sono resa conto che spesso la meditazione viene fraintesa ed è per questo che tante persone sono restie a praticarla. Questo amico mi ha detto: “In passato ho provato con la meditazione perché faccio un lavoro molto stressante, ma poi ho smesso perché pensavo di non essere portato. Non riuscivo mai a sgombrare del tutto la mente e questo mi demoralizzava, così ho lasciato perdere. Adesso però ho capito che avere dei pensieri è assolutamente normale”. Queste parole descrivevano esattamente come mi sentivo quando cercavo di meditare.

Come per tutto ciò che ha a che fare con salute e fitness, esistono molte scuole di pensiero e molti metodi. Oggi voglio darvi qualche consiglio pratico per calmare la mente e riflettere sulla giornata trascorsa.

Semplici consigli per la meditazione

Non pensate che serva un luogo isolato e completamente silenzioso. Nella vita reale, specie in una casa con dei bambini o in ufficio, trovare il silenzio assoluto è praticamente impossibile.

Cercate di stare lontani dalle principali fonti di distrazione come cellulari, monitor di computer e ambienti estremamente rumorosi. In ufficio, è sufficiente girare la poltrona e dare le spalle al computer; se siete in casa, andate in camera da letto e chiudete la porta.

Non vi serve nessuna attrezzatura particolare come un tappetino da yoga, campanelli o stuoie: si può meditare ovunque. Meno dipendete da questi oggetti, più sarà facile approfittare di un momento propizio per meditare.

Cercate di mettervi seduti o sdraiati in un luogo piacevole dove vi sentite rilassati. Potete tenere gli occhi aperti o chiuderli: fate come vi sentite più a vostro agio.

Non sforzatevi di iniziare con un particolare tipo di respirazione, ad esempio addominale o nasale: potreste scoraggiarvi o addirittura avvertire giramenti di testa. Potete lavorare sulla tecnica di respirazione quando cominciate a sentirvi sicuri con la meditazione.

Concentratevi sul respiro: sentite l'aria che entra nel corpo e che esce. Prendete coscienza del respiro e della sensazione che dà.

Non innervositevi se nella vostra mente si insinua la lista della spesa o le cose che dovete fare l'indomani.

Smettete semplicemente di pensare alla lista della spesa e tornate a concentrarvi sulla respirazione.

Non preparate un lungo elenco di affermazioni o obiettivi a cui pensare o da salmodiare ad alta voce.

Scegliete una o due parole chiave che vi aiutino a rilassarvi o favoriscano un positivo senso di benessere.

Godetevi questa fuga dalla vita caotica

Cercate di trovare 20 minuti solo per voi una o due volte al giorno. Ricordate che la meditazione è considerata una disciplina vera e propria, come lo yoga. Questo significa che bisogna fare un po' di pratica per sentirne appieno gli effetti rilassanti.

Se stare fermi non fa per voi, potete meditare mentre camminate o correte.

Chiamo la mia corsetta della domenica la “fuga della mamma”. Mi rilasso e sgombro la mente concentrandomi sul respiro. Se ho qualche difficoltà a rilassarmi, comincio a contare i passi: 1-2, 1-2. Poi mi concentro sul respiro e faccio degli allungamenti yoga. Senza nemmeno accorgermene, trascorro un’ora di splendido relax che mi permette di tornare bella carica alla impegnativa occupazione di controllare i miei figli che giocano: dopo avere appreso l'arte del camminare, adesso si dedicano ad arrampicarsi sugli alberi e a correre sullo skateboard... Quei 20 minuti che dedico ogni giorno a me stessa mi aiutano a non impazzire!

di Samantha Clayton, AFAA, ISSA. Samantha è responsabile Herbalife per l’educazione al fitness.

Tutti i marchi e la immagini dei prodotti esposti in questo sito, salvo diversa indicazione, sono di proprietà di Herbalife International, Inc. L'opportunità commerciale ed i prodotti Herbalife sono disponibili esclusivamente nei Paesi dove Herbalife è presente, nel rispetto delle leggi e delle regole di quei particolari Paesi. I prodotti Herbalife sono notificati, ove previsto, al Ministero della Salute e rispettosi delle vigenti normative nazionali ed internazionali oltre che delle più severe procedure di controllo qualitativo.
© Herbalife Italia S.p.A. | Viale Città d'Europa 819 - 00144 Roma | P.I. 04366341008 | Capitale sociale: € 104.000 i.v. - Iscr. Trib. N. 9333/92 - Reg. Società N. - CCIAA 760968 del 12.11.92 |
Soggetta alla direzione e coordinamento della Herbalife LTD.E' vietata la riproduzione in tutto o in parte senza autorizzazione scritta. Tutti i diritti riservati.
 
Herbalife è firmataria del Codice di comportamento della vendita diretta ed è associata alla:
 
  • AVEDISCO logo
  • AIIPA logo
  • FSE
  • IADSA
  • SELDIA
  • WFDSA
it-IT | 20/09/2017 23:34:44 | NAMP2HLASPX01